Schema di presentazione

Cosa si intende per pianificazione - Gruppo di lavoro NAFOP

mettere la Persona al 1° posto
prendere coscienza di : da dove vengo, dove sono, dove voglio andare, perché, quando e a quali condizioni

dare un senso ai propri sacrifici (anche quello di non spendere subito)

avere consapevolezza delle proprie necessità e priorità (Maslow)

avere consapevolezza di dover convivere con l’incertezza

mettere ordine alle proprie cose ovunque ubicate

organizzazione delle proprie risorse

avere consapevolezza del fatto che tanti piccoli debiti, tutti insieme, costituiscono un debito grande , a volte ingiustificato/insostenibile

prendere coscienza delle proprie paure e valutarle per quello che sono

ri-valutare la coerenza dello stile di vita con le proprie priorità

non fermarsi alla superficie delle cose ma andare in profondità senza fretta e quando i tempi per farlo sono maturi

gestire il conflitto tra diversi obiettivi

qualcosa che fa bene a tutti , se usata correttamente

cercare percorsi “sostenibili” per raggiungere i propri obiettivi con le risorse di cui si dispone o si disporrà

confermare o smentire gli obiettivi e i propositi iniziali e agire di conseguenza

il cuore che pompa ossigeno, nella giusta misura, alle parti vitali del nostro corpo

Perché pianificare?:

Mettere ordine nella situazione finanziaria, patrimoniale e assicurativa
Acquisire piena consapevolezza dei bisogni finanziari prioritari
Acquisire piena consapevolezza delle risorse disponibili 
Liberare patrimonio disponibile
Conoscere gli strumenti finanziari posseduti
Proteggere il patrimonio (gestire i rischi)
Prevedere e gestire gli imprevisti
Acquisire autonomia nelle scelte
Potersi permettere delle spese particolari
Gestire in modo ottimale le entrate e le uscite familiari
Eliminare il fattore emotivo nelle scelte
Eliminare la pressione commerciale del sistema
Poter disporre di un unico interlocutore
Restare coerenti con il piano stabilito
Essere costantemente informato sulla propria situazione
Monitorare in modo centralizzato le varie posizioni
Acquisire potere contrattuale con gli intermediari
Difendersi dall’inflazione
Ottimizzare la gestione degli aspetti fiscali
Crearsi una pensione adeguata


Il consulente/pianificatore:

- NON dovrebbe vendere illusioni;

- NON dovrebbe fare il meteorologo (cioè non dovrebbe fare previsioni sull’andamento dei mercati a meno che non si limiti a dire che oscilleranno);

- NON dovrebbe spingere il consumatore a prendere rischi che questi, di pancia e di tasca, non può o non vuole prendersi;

- NON dovrebbe promettere di riuscire a battere sistematicamente i mercati;

- NON dovrebbe assecondare il consumatore quando questi dice “faccia Lei”;

- NON dovrebbe accontentarsi di avere poche e superficiali informazioni prima di dare un suggerimento;

- NON dovrebbe dare l’impressione  di “essere dedicato “solo ai grandi patrimoni”;

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License