Pensieri liberi

Come prima cosa ringrazio i colleghi che si sono già messi all’opera proponendo ottimi lavori.
Vorrei però soffermarmi su dei concetti chiave, che secondo il mio punto di vista, il gruppo dovrebbe condividere prima di iniziare il percorso altrimenti continuiamo a cadere sempre sugli stessi punti:

  • L’autoreferenzialità è brutta ma se noi riteniamo di essere i veri pianificatori in Italia, chi meglio di noi conosce la materia, se questo non è vero abbiamo sbagliato qualcosa; dobbiamo si prendere il meglio dall’esterno ma dobbiamo essere noi stessi a mettere farina nel sacco. Logicamente dobbiamo valutare ogni singola parola quando usciremo all’esterno ma i primi ad essere convinti e sicuri dobbiamo essere noi.
  • La differenza tra pianificatore e analista deve essere chiara ora, non si può più discutere su questo punto altrimenti diventiamo come i nostri politici (“parla uno che di tempo nel campo delle analisi ha perso e perde ancora oggi un sacco di tempo”). Come abbiamo detto nell’incontro le analisi è una parte del lavoro della pianificazione e lì deve rimanere.

Spero di non essere stato inopportuno, ma essere diretto e schietto fa parte del mio carattere.

Ultimo pensiero e poi mi taccio, dovremmo già iniziare ad inserire in un documento unico i lavori già fatti per avere una base comune da sviluppare senza sprechi ti tempo e risorse, per questo mi rendo disponibile ad unire i tre lavori (Compiti per casa, Verbale, Position Paper), inoltre rimango a disposizione per una parte del lavoro possibilmente non la normativa (sicuramente nel gruppo ci sono persone più preparate di me in quel campo).

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License